Smettiamola con la diffidenza! Io viaggio Couch Surfing

Lunedì notte sono partita da Genova per Salerno. Mi accompagnò il mio ragazzo in stazione.

Sarei dovuta scendere a Salerno, ma il pullman fece tappa anche a Pompei, sull’istante decisi di scendere. Anni fa ero a Napoli con amici, una parte del gruppo era andata a visitare le rovine e gli scavi di Pompei, io rimasi con gli altri a Napoli e ricordo di essermi pentita dopo il loro ritorno a seguito del racconto di quanto videro. Fu sufficiente questo lontano pensiero per farmi balzare giù dal pullman alle sette del mattino, quando per poco stavo ancora dormendo per vedere anche io Pompei:) Visitai gli scavi, che a mio avviso sono belli proprio come dicono!

Trovai poi un passaggio per Salerno, con un signore gentilissimo con cui finí anche per pranzare.

Mi diede alcune dritte, il centro storico di Salerno è incantevole, vidi il duomo, i giardini delle Minerva ( delle erbe medicinali), la parte nuova sulla costa, il lungo mare e già pensai fosse interessante proseguire. Sapevo di avere giorni e tempo a disposizione, ma ero volenterosa di continuare a vedere, sempre ed ovunque tanto erano belle quelle terre! Chiesi cosí per Amalfi, un ragazzo mi portó invece con lui a Vietri, un paesino poco distante da Salerno, che non avrei mai conosciuto, tipico per le ceramiche. Che dire un gioiellino! Lo visitai per intero, in poco tempo, riuscendo ancora a proseguire come speravo per Amalfi. Questa volta presi il bus e che viaggio! Un misto fra terrore ed incanto, pareva ad ogni istante di precipitare in mare, affrontare la macchina della corsia opposta o peggio incastrarsi in qualche curva. Riguardo la costiera amalfitana “spettacolare” non mi pare sufficiente.

In questo tragitto di mirabilia e speranza incontrai una coppia, lei russa, lui inglese.

Giunti ad Amalfi, mi chiesero aiuto con l’italiano per le indicazioni. Per trovare l’albergo, per risolvere i problemi soppraggiunti con la camera che gli era stata riservata singola pur essendo in due…rimasi con loro l’intero pomeriggio di Amalfi, prendemmo un aperitivo, andammo in spiaggia e giocai persino a beach volley….

Sarei poi dovuta rientrare a Salerno, dal mio host couchsurfer. Iniziò a piovere, vedevo sempre meno la ragione nel tornare indietro, quando il giorno seguente avrei voluto proseguire per Positano. Insistettero perché rimanessi con loro ad Amalfi.

Finí che la mia prima notte in viaggio con cochusufer  dormí in albergo con completi sconosciuti; fini che il mio primo giorno fu intenso, strano, impegnativo ma bellissimo.

Come speravo sto amando queste terre, sto adorando questo modo di viaggiare, per farsi di persone, vivere di conoscenze, riempirsi delle esperienze altrui. “Vivere con i colori del sud Italia”

Annunci

8 commenti

  1. Bellissima Salerno! L’ho visitata all’inizio di Giugno e le aspettative sono state del tutto soddisfatte!

    1. Sto impazzendo d’amore per questi luoghi e per i suoi abitanti!!!

  2. Anch’io ho visto i luoghi da te visitati e sono assolutamente magnifici, ti consiglio di aggiungere anche Maiori e Minori, sono degli autentici bijoux.
    😜🤓😃👍

    1. Fatti entrambi!!!! Top:)
      Oltre i luoghi, sto amando le persone che li popolano!

  3. Mammacheridere · · Rispondi

    Molto interessante la tua esperienza, mi piacerebbe domandarti i dettagli. Mi ero informata tempo fa sul coach surfing ma effettivamente ne ero un po’ intimorita.

    1. Chiedi senza alcun problema!
      Io mi sto trovando molto bene e lo consiglio fortemente, principalmente per due motivi:
      -permette di viaggiare anche a chi non avrebbe possibilità economica per farlo
      -ma soprattutto permette di vedere il luogo con gli occhi di un locale, di conoscere e di immergersi nella zona in un modo più autentico ed intenso!
      Provalo se ti capita:)

  4. La prima volta che ho sentito parlare di coach surfing è stato in un articolo dove parlavano di questo tipo, carabiniere, che ospitava ragazze straniere a casa e le stuprava. Purtroppo non sempre si trova gente giusta. Io non sono diffidente per natura, anzi, essendo del sud sono sempre con le braccia aperte verso tutti. Ma in questo caso sono rimasta colpita da quella notizia e non credo che entrerei a casa di uno sconosciuto nemmeno gratis.

    1. Non ribatto nel merito, perché di queste situazioni esistono, ne sono esistite ed esisteranno sempre.
      Ma non credo couch-surfing come altri siti affini ne possa essere una causa, un’agevolazione o un’ induzione.
      Io personalmente ho avuto solo ottime esperienze, percui continueró a credere nelle persone, nell’accoglienza, nella condivisone e nella fiducia verso lo straniero. Ciò nonostante capisco anche chi possa sentirsi intimorito dalla situazione e credo sia giusto seguire il proprio istinto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: