Allerta sentimento

Illusa quando credevo che i problemi potessero essere solo all’interno della coppia, solo fra me ed il soggetto amato.
Avevo completamente ignorato il fattore ESTERNO, il fattore-ALTRI (amici, parenti e…) e la loro rilevanza

Persa in quei pensieri da ieri, quando iniziarono a farmi rimbombare violentemente nella testa quelle frasi, quei consigli ed avvertimenti forse dati in buona fede e con le migliori intenzioni.
Ma arrivatemi come uno schiaffo, quando avevo chiesto almeno una carezza sotto forma di comprensione
Non ottenuta, negata e non concessa da chi la ha già vissuto, chi mi vuole bene, mi conosce troppo e non vorrebbe altre lacrime scorrere sul mio viso.

E proseguire come a mettere in silenzioso tutte loro è arduo; davvero difficile quando da ieri una spia rossa si è accesa nel mente

Mi hanno fatta sentire la bambina Illusa che ama, l’infantile Illusa che spera, l’incosciente Illusa che non pensa alle conseguenze, l’ingenua Illusa che non vede l’evidenza… Quanta ingenuità vedevano riflessa ieri nei miei occhi innamorati
Appigliarsi pareva impossibile, quando lo specchio si rendeva sempre più scivoloso ad ogni sospiro ed io inerme dinnanzi le constatazioni

E da ieri quelle parole nella testa rimbombano fisse come campane precise ad ogni ora: sul futuro, sulla fedeltà, sull’affidabilità, sulla serietà

In poco tempo, eccomi! La mia relazione incasellata in un “copione” (quello dell amore con l’uomo più grande) senza via di fuga, senza possibilità di una fine che fosse diversa da quella da loro prospettata.
Nemmeno correndo più veloce pareva potessi fuggire da ciò che era previsto sarebbe successo…

Ma dove finisce il bene che un adulto può fare ad una giovane donna? Se nel confidargli ogni sua dissillusa conoscenza la sfracela.

È davvero saggio e maturo non permetterle di illudersi, di sperarci, di cadere, crollare, affondare e piano piano eventualmente rifasciarsi le ferite per riproseguire più vissuta e dolorante di prima?

Non deve forse un adulto arrestarsi laddove nessuno ebbe voce in capitolo quando toccò a lui tentare e far vivere altrettanto, la persona che si desidera ardentemente tutelare?

È corretto imporre la propria esperienza e conoscenza su chi non ha ancora avuto il tempo materiale di crearsela?

E se ci credevo ciecamente; se ancora metto lui davanti e sopra tutti, ignorando ogni tipo di avvertimento

È testardaggine? È pazzia? È masochismo? È immaturità?
Perché io proseguo sempre laddove gli altri si arresterebbero consapevoli del rischio…?
Perché ho sempre dovuto giocare e vivere su di un piano arduo da superare e difficile da gestire emotivamente?
Che c’è di sbagliato in me nel credere tanto all’Amore, al punto di fidarmi di lui sentimento e di colui per cui lo provo?

Sbagliata io o troppo realista il mondo?E poi sbagliata o folle?
E se fossero solo i matti ad aver capito cosa è l’Amore come diceva Povia?!

Annunci

10 commenti

  1. Purtroppo, finché non avrai vissuto le tue scelte fino in fondo, non avrai la risposta. Può darsi che chi cerca di tarparti le ali sia convinto ” di fare il tuo bene”, quindi non volergliene. Non so davvero quale sia la situazione di cui parli, perciò non aggiungo niente di specifico, però posso dirti che il tempo di darà le soluzioni. Ricordati che l’amore non deve essere sofferenza, dolore, privazione della propria indipendenza di pensiero, rinuncia ai propri ideali, se qualcosa non dovesse funzionare, saresti la prima a saperlo, l’importante è sapersi ascoltare. Il mio consiglio è: ama, continuando ad amarti. 🙂

    1. Silvia mi sto abituando ai tuoi consigli e conforti, sappi che sono per me preziosi
      E nonostante creda ogni volta in.quello che mi dici e scrivi, di mio/da sola a volte non riesco a vedere le.cose chisrre, semplici e belle come le mostri tu percui grazie
      Grazie per ogni parola spesa e per la considerazione dei miei post!
      PS: La storia è una relazione recente, di tre mesi, con un uomo di 20 anni più grande. Innamoratissima, vorrei durasse, vorrei non perderlo, vorrei godermi una persona con cui sto bene veramente, xk.credo sia raro trovarla e lui prezioso
      Allo stesso tempo sto trovando il disaccordo di amici e parecchi riserve anche dai genitori…inutile dire che la.cosa non aiuta

      1. La prudenza delle persone che ti vogliono bene credo sia comprensibile…
        Quanto a me non ti dico cose belle e semplici, non ti garantisco il lieto fine, ribadisco soltanto la mia fiducia nel valore dell’amore VERO, che ha la caratteristica della RECIPROCITÀ. Ti abbraccio

  2. Vittorio Tatti · · Rispondi

    Sai cosa penso?
    Quando due persone si amano (sul serio ed entrambi, non solo uno/a dei due), devono tagliare i ponti con tutti quelle persone che sono contrarie alla relazione, perché sono nocive.
    La buona fede non conta, dal momento che il dolore e la gioia che può dare quella relazione, le conoscono solo i due diretti interessati.
    Chiamami pure romantico e/o illuso, ma io sono tipo da “fuga d’amore” (volontaria, non rapimento), per andare lontani chilometri di distanza da parenti, amici e tutti coloro i quali diventano una spina nel fianco.

    1. Ciao Vittorio, credo che il tuo pensiero sia un po drastico, ma si, molto romantico e comprensibile
      Più volte la ho vista.anche io così
      Ma preferirei vederla come ultima spiaggia, prima almeno tentare di coinvogliare amore, affetti ed amicizie importanti
      Perché sarebbe bellissimo poterle vivere tutte senza rinunciare ad alcuna…
      Cmq grazie, per leggermi, ascoltarmi e consigliarmi
      Ogni parola non passa inosservata:)

      1. Vittorio Tatti · ·

        Avendo pazienza (e anche fortuna) sufficiente, forse si può giungere al compromesso, ma hai ragione: io sono drastico, e lascerei tutti fuori dalla mia relazione.

  3. Ciao, io sono pienamente d’accordo con Vittorio, nessuno ha il diritto di vivere la nostra vita, le nostre esperienze i nostri amori, neanche la nostra famiglia. Siamo noi che dobbiamo decidere cosa potrebbe essere meglio per noi stessi, e se l’amore è vero da entrambe le parti si dovrà tagliare i ponti con chi potrebbe ostacolarlo. Trovo che sia solo egoismo da chi dice di volerci tanto bene, non volerci vedere felici. Parlo per esperienza personale, io ho tagliato i ponti con chi non era d’accordo con la mia relazione, e… alla fine hanno dovuto per forza di cose ricredersi. Io voglio la felicità delle persone che amo, e non mi intrometterò mai nelle loro scelte, stessa cosa pretendo sulla mia persona.

    1. grazie Laura, farò tesoro anche di questo tuo consiglio!

  4. Mi piace tantissimo quello che scrivi, mi sono trovata in una situazione simile poco tempo fa. Intrappolata in me stessa, senza saper più di chi fidarsi, chi ascoltare. Troppe voci in contrasto. Allora ho fatto affidamento solo a me stessa e a quello che ho vissuto. Ritornare a te, è sempre il modo migliore per fare le scelte, se só da dove parti, saprò dove posso arrivare. Un abbraccio.

    1. Grazie Ptera, sono felice ti piaccia ma ancor di più ti ci possa rivedere
      Si,m credo sovente nella vita ci perderemo, in quanto persone umane e fragili, ma guardare in se stessi sarà sempre l’unica è più sana soluzione. Anche laddove pare difficile
      In ogni caso il saluto di cuore e buone feste!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: