Osservandoti la mattina mentre dormi, voglio godermi tutto di te

Osservandoti la mattina mentre dormi,
voglio godermi tutto di te, ora più che mai!
La tua pelle, mai avrò abbastanza della tua pelle,
chiara e dolce, delicata al tatto e
sempre calda per le mie mani sempre fredde.

Mai dimenticherò com’era bello guardarti guardarmi,
nel ricordare lo sguardo che avevi e che ora vedo più,
mi sale un sospiro di consapevolezza, agonia e desolazione.

In effetti io un po ci ho sperato, di poter tirare i remi in barca e lasciarmi cullare dall’onde del nostro Amore.
Quei remi non erano abbastanza tirati, troppo spesso hanno frenato le nostre libertà, andando contro le correnti di una serenità che mi andavi donando.
Erano i miei remi di paura, di quando tutto stava andando veloce, senza quasi sentirlo; così nel desiderio di rallentare, solo per prendere un po coscienza, lo distrussi.

Eppure che tutto svanisca è quasi accertato…”nulla è per sempre” lo insegnano tutte le discipline…mai attraccare veramente ad un porto perché non sarà quello per l’intera tua vita.
Eppure un po ci ho sperato, di poter tirare i remi in barca.

Sono concetti effimeri che sovente ci ripetiamo o ci vengono detti, svalutandone l’importanza.
Ignorandone il concreto risvolto nella loro applicazione quotidiana, ma perderti lentamente davanti ai miei occhi sta diventando atroce.

Vederti essere altro da me, fare altro, pensare ad altro, vederti e viverti come io fossi altro da te.
Il mio sguardo che ti insegue, il mio corpo che ti cerca, la mia persona vorrebbe dirti e darti di più.

Ma so quanto le mie parole ti stancano, così riabbasso gli occhi e riprendo il filo dell’udienza prelimenare, con la testa ancora a te,  a tutto quello che vorrei fosse eppur non è.
Perché siamo muti nel rumore di queste mille parole mentali.
Le mie azioni e attenzioni ora volte a te, quando tu ormai, senza forse saperlo, realizzarlo, concepirlo, sei già oltre.

Però ti capisco, ti sei dedicato ad un Amore che forse non ti ha soddisfatto, io non ti ho soddisfatto…
Nemmeno io sono soddisfatta di quello che sono stata ad essere onesta
Sovente si è chi non si vorrebbe essere e nel peggio non si sa più chi si vorrebbere essere.

Sono quasi tre anni che ho legato la mia vita a qualcuno, per Amore, per disperazione, per necessità, per scelta, per crescere, cambiare e condividere, ma soprattutto per Amore.
Sono tre anni che “sono” mediante la comunione con un altro essere, dunque la mia essenza è orientata verso costui, la mia personalità è quella inserita all’interno di una relazione. Dunque non mi riconosco più singola, individuale, dunque non mi conosco più e basta.
“Cogito ergo sum” è una pretesa al momento
Penso..Penso…ma più penso più mi sfaldo.

Vorrei riuscire a dirmi: goditi il momento, goditi lui, la pelle sua, la sua sulla tua, la sua presenza ora che puoi.
Ma come si può? Quando in ogni gesto, parola o azione percepisci la distanza da una vicinanza che fu ed oggi non è.
La stanchezza della vita sua vicino alla tua e te ne senti colpevole.
Il suo sonno disturbato si fa esistenza disturbata di tutti e due e te ne senti responsabile.

Il problema di quando tutto ti ricorda quel che era e non è più.
Il problema fu la bellezza di incontrarti, quando ognuno stava forse passeggiando per la sua strada, in cerca di tutto e di niente. Consocerti fu uno dei momenti più bella della mia vita, quei momenti indelebilebilmente scanditi nell’anima. Ogni parola, accaduto, luogo, suono, rumore, canzone ed odere cicatrizzata nel cuore.
La spiaggia, il mare, pochi vestiti e tanto amore, la tenda, Napoli di notti, le couch surfers, tu, tu e ancora tu…tutto come fosse ieri, eppure siamo ben oltre il dopo domani…

L’inizio del nostro amore fu esso stesso un grande Amore, avevamo tutto o forse niente per farcela.
C’è l’hai fatta a fare ciò che io ho disfatto
Salvo da ogni responsabilità, sei stato perfetto, talmente perfetto che qualcuno doveva essere perfettamente imperfetta!

Sempre presa da un passato che non mi apparteneva più, mesi e mesi per lasciarlo alle spalle.
Ancora adesso con la stessa corazza, per non soffrire ancora, perché non soffrire così
Perché tu potresti farmi lo stesso male, perché ti amo e l’Amore può ferire.
La più semplice proprietà transitiva della vita.
Sempre preoccupata per un futuro in cui non trovo il mio spazio, in cui non vedo un piccolo posto per me, lavorativamente.. emotivamente..esistenzialmente…

Dimenticavo te e la meraviglia che mi stavi donando, ma come la sento quella meraviglia, più forte e evidente che mai !

Ma quando mi sfiori ancora è magia,
anche se dormendo nemmeno lo sai
quello che mi fai.

Viverti è unico ogni giorno e triste quando sento la tua mancanza anche davanti alla tua presenza.
Questo amore sempre sbilanciato e forse irraggiungibile, che sto Amando ora più che mai, per supplire alle assenza che feci e che oggi sono tue.

Ancora sono con te, seppure tu non più del tutto.
Continuerò ad amarti per tutti e due se servirà, nella speranza che possa anche tu tornare a farlo.

Annunci

14 commenti

  1. Cara “Soffio di respiri”, leggendoti sento che quest’amore sta finendo o forse è già arrivato al suo traguardo e tu non riesci e non vuoi ancora liberartene e, pur non conoscendo la vostra storia, a me dà come l’impressione che tu ti addossi tante e troppe colpe. Spero di sbaglairmi. Nella mia esperienza, ho potuto vedere che quando certe storie arrivano alla fine bisogna darci un taglio netto, all’inizio farà un male da morire anche per mesi e mesi ma poi troverai un altro amore e tutto sarà solo un dolce e doloroso ricordo. Ma ci sarà di nuovo vita. Questo è il mio pensiero fatto di esperienza di oltre 30 anni……buona notte 🙂

    1. Mi do tante colpe perché le ho, ne sono certa. Il problema è che non sento sia finita, avremmo ancora tanto da viverci e darci, solo è un periodo particolare per me e forse anche per lui, dal quale non so come ne usciremo noi e come ne uscirà il nostro amore…
      Grazie Carlo, come sempre !

      1. Beh, che dire? Se riuscite ancora a donarvi amore fatelo con perseveranza e ferma convinzione. Altrimenti l’agonia di un amore è quanto di più doloroso ci possa essere (certo, ci sono altre forme di dolore, quello che noi viviamo personalmente che sono forse assai più dolorose). Ma inutile tentare l’intentabile, secondo la mia esperienza. Anch’io ho avuto periodi di crisi fortissinma con la mia compagna, ci siamo lasciati e poi ripresi più volte: stiamo constatando che non riusciamo a vivere l’uno senza l’altro e può anche essere un’arma a doppio taglio questa. Comunque per il momento mi sta bene anche così, l’importante, appunto, è esserne convinti e cercare con tutte le forze di perseverare con la massima serenità. Senza darci tante colpe: a volte le cose vanno come devono andare perché ci sono altri scenari che ci aspettano. E’ tutto scritto. Buona giornata e un abbraccio 🙂

      2. Ho sempre avuto rapporti parecchio.forti e dipendenti, non conosco la musica dell’amore…se amo, amo tutto e con tutta me…questo è un problema in quanto perdo obiettività, serenità e oggettività…
        D’altronde quando non ho amato, stavo bene ma non amavo ed è una star bene vuoto, troppo semplificato 🙂
        Ti auguro un sereno attaccamento con la tua amata, mi auguro una serena ripresa con il mio amato 🙂
        Un saluto e buona domenica Carlo!

  2. jeanclaudmatsoul · · Rispondi

    Io non Ho mai smesso di amarti e mai la smetterò… Nonostante attualmente l’80% di te non mi piaccia… Ma quel 20…..quel venti compensa la mia e la tua anima in un tutt’uno… Ti amo principessa…. Queste le parole che il tuo lui dovrebbe dirti…. Ma tu… Forse non le capiresti ed accetteresti… Mentre dovresti… Lui magari ci crede ancora e le tue son solo paranoie… Viola…

    1. Paranoie…e/ o paure
      Presto tutto cambierà, dovremmo costruire un nuovo equilibrio.
      Io ho perso il mio e lui…lo vedo sempre più amareggiato e meno incline a questa prosecuzione
      Spero solo sia necessità di aria per entrambi e che possa giovare a rinnovarci senza allontanarci
      Ma grazie del commento, è stato particolarmente apprezzato 🙂

  3. Wow, molto bella.

    1. Grazie Minerva, gentilissima
      È la più bella cosa sentirselo dire 🙂

    2. Grazie Minerva!
      Un saluto con affetto:)

  4. “Il mio sguardo che ti insegue, il mio corpo che ti cerca, la mia persona vorrebbe dirti e darti di più.
    Ma so quanto le mie parole ti stancano, così riabbasso gli occhi…”
    Poche cose fanno male come amare qualcuno al punto di non riuscire a vivere senza e vedere dall’altro lato un cuore che non si scalda, non per te. E’ devastante, è il buio.

    “Continuerò ad amarti per tutti e due se servirà, nella speranza che possa anche tu tornare a farlo.”
    Questa tua conclusione è davvero terribile. La peggiore fossa in cui una disperato innamorato possa cadere. Ci vorrebbe solo un po’ più forza, un rigurgito di dignità che imponesse di amarsi più di quanto si possa amare chiunque altro. Ma chi ama è capace di fottersi la dignità per un solo misero sguardo. Lo sappiamo bene cosa vuol dire. Poche cose possono essere una grazia divina, tanto quanto pure una disgrazia irreparabile quanto l’innamorarsi. Ti auguro serenità, che venga dal suo amore rinnovato per te, o da un ritrovato amor proprio.

  5. Le parole che hai scritto sono bellissime, ma forse in un rapporto ci vuole anche un po’ di leggerezza e spensieratezza. Sembra quasi che te voglia iniziare a soffrire ora per pararti un po’ da una sofferenza futura. No, vivi il momento con gioia e lasciati andare un po’ di più, non caricare tutto di tanti problemi che magari sono solo nella tua mente. Se deve finire, finirà comunque e se invece, come ti auguro, uscirete da questo periodo più forti di prima, a cosa è servito il tuo tormento?
    sbatti le ali e inizia a volare…..

    1. Wow Giovanna! Colpita e affondata:)
      Sta finendo una convivenza, sarà da ricostruire un nuovo equilibrio e siamo entrambi perplessi su tutto…questo non è d’aiuto
      Io sicuramente complico l’incomplicabile..
      Grazie di tutto cuore, proverò a seguire il consiglio
      Un saluto d’affetto:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: