Veloce..di quelle velocità alienanti

Mi manco,
sento la mancanza di tutto quello che non riesco ad essere, a dire ed a realizzare
Sento la mancanza di quello che ho paura di perdere
Sento la paura di me stessa, di quello che non so e non so provare

Sento la paura di quello che vorrei raggiungere,
dei sogni che in un attimo si fanno rimorsi
degli sbagli che si ergono rimpianti…

Poi ogni tanto silenziosa la paura della fine,
quelle fini che si portano dietro tutto
come una tovaglia grossa e bianca su di un tavolo che, strappata via, trascina con se tutto e tutti

Allora con quale piede ripartiró? Se dovessi sbagliare?
Ancora? Quanti sbagli devo ancora fare?
Ancora è una parola senza fine,
finché non cambi un accento, allora diventa ben stabile,
Uno scoglio in una mareggiata troppo violenta, cosicché anche lei si trascina nelle correnti.

Non riuscire a fermarsi..
Quando il mondo si fa veloce
in corsa per fare tutto come è norma, senza sentirne la forma

Poi mi dimentico di me e allora mi manco

Poi mi manchi tu e mi opprime il pensiero della tua futura assenza
Come un taglio profondo ne percepisco il bruciore
Il tempo che richiede
La pazienza
La forza

Eccola, la paura? Quante volte si può trovare la forza di ripartire? È infinita ed infinità? O limitata anch’essa si esaurisce?

Se non dovessi farcela….non spetterà a te, è giusto.

Solo non chiudere la porta quando esci dalla mia vita.

Annunci

5 commenti

  1. Wow! Che meravigliaaaa

    1. Grazie Lali, di cuore 🙂

      1. Bellissima brava

  2. Darkon Draconius · · Rispondi

    Comprendo come ti senti, io ho paura di sognare perché quando sogno, significa che voglio qualcosa e ottenerla è difficile. Se non addirittura pericoloso, almeno nel mio caso. Soprattutto con un clima così ostile nel mercato del lavoro. Io sogno di essere indipendente, ma è un traguardo difficile per un invalido. Non impossibile ma neanche facile da raggiungere.
    E se sbaglio? Faccio una brutta fine… E se la malattia peggiora? Idem come sopra.

    Cmq, non perdere i tuoi sogni, inseguili, buttati fino all’ultimo pezzo di forza che hai, e non mollare.
    E’ bellissimo quello che hai scritto, pieno di significato e di risonanza. Spero che tu potrai andare oltre le tue paure.

  3. La stessa cosa che vorrei dirgli io… “non chiudere la porta quando esci dalla mia vita”
    e se fosse necessario? per loro e per noi? se è così che deve andare?
    La mancanza è un peso enorme. Penso però sia da provare allo stesso tempo per poter poi fare un passo in avanti, con qualsiasi piede, l’importante è farlo. Andare avanti. Cambiare se necessario. Imparare a vivere senza, perché penso che alternativa non c’è. Diventare più forti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: