Ammazzandosi non si muore, si rinuncia a vivere.

C’è chi distrugge e poi chiede scusa…

Come se le energie fossero recuperabili
Come se il tempo fosse restituibile
Come se le emozioni fossero reinvestibili
e i sentimenti rimborsabili…

Oggi ho perso la testa, si è staccata dal corpo e mi ha abbandonata. È andata dove si stava meglio, almeno lei…
Non c’è la facevamo più: ne io, ne lei.

Ricordo nitida l’immagine del milkshake al caramello a 3,29 € sponsorizzato dietro il bancone del bar.
Ho ricordato che adoravo il milkshake e che odiavo il caramello: insomma quella consistenza gommosa e il sapore dolciastro senza senso, senza un gusto specifico…

Poi non ho ricordato ne visto più nulla a dire il vero…
Poco dopo (credo poco)… il rimbombo di alcune voci sconosciute che si accalcavano e sovrapponevano fra loro e rumorose invadevano il mio attimo di pace.
Di là (dall’altra parte) avevo staccato i pensieri oltre che la testa, c’era un silenzio e una serenità invidiabili.
Non riconoscevo quei volti, che si mostrarono gentili, premurosi e preoccupati.
Non erano amici, ne conoscenti…non capivo cosa chiedessero, volessero e dicessero esattamente..neanche li ascoltavo…
Ho odiato il loro svegliarmi da quel sonno pacifico, da una pace che cercavo da mesi e che solo l’assenza dall’esistenza può donare.

In un attimo il terrore per il computer, la tesi, null’altro importava, nemmeno io….

Gli oggetti erano tutti salvi e riguardo le emozioni sorvogliamo.
La borsa c’era ancora…il portafoglio, i documenti e le chiavi (un paio di troppo) anche.
Il mio corpo aveva ancora tutte le sue parti.
Ero solo svenuta, constatavo che esistevo ancora e non c’era realtà più ingrata in quel momento.
Funzionava il mio corpo, funzionava a sufficienza quantomeno per scappare.
Poi avrei visto che fare, bastava andar via in quel frangente; via da quel milk shake al caramello e da quegli sguardi:
-“Si era drogata?”  “È anoressica, guardi quanto è magra…” “È malata forse?”-
Sono solo delusa dalla vita e molto stanca di viverla, è molto più semplice…. tranquilli…

-Ho chiamato il 118, sta arrivando, aspetti e si faccia controllare-
-No no, sto bene, va tutto bene, mi capita ogni tanto, sono solo cali di pressione, scusate. Devo scappare-

Non ho mai sofferto di cali di pressione. Piuttosto sono mesi che scappo… se solo sapessi dove cazzo sto andando tuttavia…
Come se davvero un sottosopra esistesse, mi illudo.

Non c’è cura per la stanchezza emotiva che provo,
per la disillusione e per la delusione,
per la disperazione di una mente che non vuole più lottare.
Non trovo rimedio ad un cuore che non crede più a nulla, che è stato mangiato, divorato e oggi fanculo!!!…Il mio cuore non funziona più: pompa male e ama peggio

Lo sento quando mi affatico in ogni cosa che faccio, vivo o penso. È una fatica di spirito oltre che di corpo.
Alloro vedo bianco dovunque  e in un attimo il pavimento, che mi appare il materasso più dolce e accogliente in quel istante di smarrimento.
Seppure è spesso duro, freddo e sporco.

Non trovo guarigione a quando vorrei amare ancora… e la paura, la rabbia e la delusione prevalgono su ogni desiderio.

“Macchina da guerra si diventa.. senza pezzi”, pensavo oggi fissando i binari:

“Si avvisa la spettabile clientela che i treni in direzione Pavia, Locate triulzi e Pieve emanuele potrebbero subire cancellazioni o ritardi fino a 60 minuti”

“Si avvisa il mondo che ad un certo punto il cervello non regge, l’animo crolla e il cuore collassa. Si avvisa che per amore si muore: si muore dentro.” 

Annunci

22 commenti

  1. Ehilà!
    Mi fai preoccupare. E non poco.
    Se vuoi, ti posso abbracciare.
    E tenere stretta.
    In silenzio.
    Per accudire un poco il tuo dolore…
    ♥️

    1. Grazie,
      Il silenzio e Gli abbracci
      sono un patrimonio sovente dimenticato
      Grazie ancora
      Con affetto ❤

      1. Condivido alla grande!!!
        ❤️

  2. Hei! Mi pare che sia giunto il momento che ti riprendi in msno la tua vita non ti pare? Sei una ragaza piena di risorse. Un abbraccio

    1. Si pareva anche a me fosse giunto il momento.. da mesi
      Grazie Laura, di ogni lettura e di ogni commento
      Ci sto provando
      Un saluto, con grande affetto e riconoscenza ❤

      1. Prego cara. È poco quel che faccio, ma… ogni goccia aiuta… un abbraccio forte 😘🤗

  3. Non fare scherzi, eh?! E sei sicura si tratti solo di qualcosa di emotivo? Ed anche se fosse ci prometti che ti prendi del tempo per te stessa per rilassarti?


    1. Credo anche la situazione di normale dolore, qualora venga prolungata renda l'ordinario straordinario.
      Rilassarmi per me è strano, ma talvolta mi impegno per provarci.
      Grazie del commento ❤

  4. Sei giovane… prenditi cura di te, te ne prego! Un abbraccio

    1. Grazie Silvia, ci sto provando
      Ma ci proverò meglio ❤

  5. Heilaaà???? Tosta come una roccia, fragile come il vetro? Dai… non farmi preoccupare sii una guerriera e stupisci tutti😉👊

    1. Grazie davvero. Mi sento proprio quel vetro che si infrange nella roccia.
      Grazie ed un saluto d’affetto ❤

  6. Ξɱ∆ζЄП · · Rispondi

    This track is “about acknowledging your trauma, facing it, embracing it, loving it and letting it go.
    It’s about coming out the other side having done the work, changed forever, for better or worse.
    It’s about knowing yourself and moving on.”

    Hope you enjoy.

    1. Which track? Thanks anyway ❤

      1. Ξɱ∆ζЄП · ·

        Non ti apre il link?
        Si tratta di “Tricky – New Stole feat. Francesca Belmonte”

  7. Bisognerebbe riuscire a riposare. La testa. E il cuore. Io non vi sono ancora riuscita, nonostante mi stia applicando. Ho comprato anche un libro x non pensare 😂. Ti abbraccio. Probabilmente non aiuta, ma sappi che non sei sola… K

    1. Grazie di Cuore K, aiuta circa tutto quello che è umano. Il tuo commento lo è e per questo ti ringrazio

  8. 🙂 siamo proprio tutti sulla stessa barca allora…coraggio!
    https://getupandwalk.me/2017/12/13/attirami-dietro-a-te-corriamo/

  9. Leggo solo adesso…
    In realtà mi sono preoccupata di non vedere più tuoi articoli, ma adesso lo sono ancora di più leggendo questo!
    Ti prego non puoi abbandonarti così… Lotta con tutte le tue forze, proprio come fa Bernadette e vedi che sarai una degna guerriera che lotta per la propria vita.
    Hai tanta meraviglia ancora da vivere. Le delusioni non sono altro che delle prove a cui ci sottopone la vita per rafforzarci ancora di più. Vedrai che conoscerai la persona e l’amore della tua vita ed allora tutto ti sarà più chiaro. Devi affidarti alle persone giuste, non a quelle che ti fanno soffrire.
    Ti abbraccio forte, proprio come se adesso tu fossi mia figlia e non posso far altro che aiutarti sussurandoti queste parole e tenendoti per mano.
    Ma solo tu puoi cambiare la tua vita!
    Una carezza al tuo cuore stanco che ha bisogno di battere di nuovo 🙏❤️

    1. Grazie ❤
      Di tutte le tue parole, i pensieri, le frasi e la presenza.
      Ti ringrazio con il cuore !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: