Archivio mensile:giugno 2019

Mi manca potermi fidare

Mi manca, mi manca come l’aria (o meglio, mi fa mancare l’aria) potermi fidare Si, mi manca qualcuno di cui potermi fidare, non ci riesco più. Ci provo, ma non ci riesco Poi le frasi di mamma “ti fidi troppo di tutti” “devi farti più furba” “non sono tutti come credi” Da piccola pensavo davvero […]

Non è da tutti…

Non è da tutti … riuscire a capire e amare le donne difficili, spigolose, inaccessibili. Che hanno imparato a vivere e a crescere da sole. Apparentemente sono solari e sicure di sé, ma in realtà sono sempre diffidenti e incerte, sempre sulla difensiva. La solitudine le accompagna, anche quando hanno decine di corteggiatori. Perché amano, […]

Prima ritrovati tu!

Mi chiedi di sparire, per poi voler farmi riapparire; mi chiedi di proseguire, per poi non lasciarmi svanire; mi chiedi d’essere chi non sono, per questo ci serve il perdono; mi chiedevi certezze che non so dare, per questo credo sia meglio sorvolare. Sto come se dopo quattro anni di stampelle, volessi oggi danzare senza. […]

Soffiami via

Ci sono scelte che non vanno elargite poiché non sarebbero capite. Come ci sono giorni che non andrebbero indagati, perché finirebbe travisati. Così come ci sono emozioni che non vanno condivise, perché finirebbero usucapite. Ci sono sentimenti che non si possono dimenticare, eppure riviverli è parso uno sbaglio. Ci sono persone che non si vogliono […]

E se poi desidero sparire ?!

Poi comprendi che non ce la fai Ti manca troppo Ti manca alcuno, che possa farti sentire Te. Allora prosegui, piangendo, però piangi tanto. Scrivendo, perché speri che la scrittura regali soluzioni. Non resta che magone, alcool e confusione. Merito ciò che sono, merito l’esistenza sono colpevole di Pensare

Il puzzle dai pezzi unici

Perdona colui che non sa ciò che dice e perdona colui che cerca il marcio nell’altro, pur di ignorarlo in se. Perdonati se vorresti strapparti l’anima, per non essere riuscita a dire chi eri, cosa provavi, perché lo volevi. Perdona entrambi perché si impegnarono, perché ci provarono, tutti rotti, a ricomporre il puzzle. Perdonali perché […]

Pensavo…che era meglio non farlo…

Pensavo fosse “amore” la parola chiave, ad oggi comprendo essere “fiducia” La prima è sufficiente, la seconda è necessaria. Ed ancora, nulla Alla fine non resta che un nulla, con sottostrati di rabbia e amarezza. Eppure, alla fine si sà, che una fine si configurerà, eppure… Si soffre in due e si soffre da soli, […]