Solo tu sai, che una casa non la hai.

Amati, quando gli altri non potranno

Relazione, affidamento, condivisione, complicità, creazione, fiducia, sistegno, confidenza, semplicità, serenità

E quando tutto questo finirà,
tu vogliti bene altrettanto,
anzi di più.

Cerca la nota di salvezza,
goditi la fine e
goditi la vita.

“Spostati,
muoviti,
un po’ viagga,
un po’ scappa,
senza tregua,
senza soste;
intanto, il porto di casa
è già foresto,
perché tu sai,
che una casa non la hai.

Un commento

  1. Ho viaggiato. Per ritornare. E penso sempre di salpare ancora, mettendo tutto in discussione. E tutto in gioco. Perché penso non sia ció che possiedi, ma ció che senti dentro ogni giorno. Tormento e insoddisfazione. Consapevolezza che tutto muta e finisce. Che poche cose contano e le idee cambiano e diventano radicali, se radicale arrivi ad esserlo anche tu.
    È la voglia di cambiare. Essere solo con le proprie idee e camminare con le gambe dell’esperienza e della voglia di fare e disfare.
    Vaggiare perché qualcuno ci aspetta, li
    O anche no. Perché qualcuno li arriverà a sorprenderci e a farci sentire a casa.
    Salvo poi partire ancora perché una casa non ce l’hai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: