SIAMO TUTTI UN PO’ DON CHISCIOTTE

e se ti perdi a pensare a ciò che non è stato,
o poteva essere
o poteva non essere

sprofondi

troppi ricordi per una mente che vuole essere leggera
troppi vuoti, di sere affondate nei bicchieri
senza fondo

troppi non detti, non fatti
mancati vissuti
che mi presentano il conto

e quanto è lungo quello scontrino
senza fine
dovrò lavorare una vita per ripagare i miei errori

ripagare gli errori
è il karma
d’altronde non sempre si può riparare,
allora si ripaga

pago ogni giorno,
per la me che sono stata,
per la me che non sono stata

per i portoni chiusi,
i lucchetti socchiusi
le persiane ritirate

ricordo i saluti, che dentro me
ho sferrato ad ogni persona che in qualche modo ho amato

ricordo quel ristorante,
dove andammo la prima
ed anche l’ultima volta

seppure tu, non sapevi fossimo arrivati
al capolinea

ricordo gli ultimi messaggi
sterili ed angosciati,
come ero io

ricordo quella piazza,
in cui ti avrei uccisa,
per quanto t’amavo

ricordo che mi accompagnasti a prendere l’autobus,
perchè mi ero innamorata di nuovo
e tu lentamente lo accettasti

ricordo troppo,
questo il dilemma,
che affondo in un altro bicchiere

Siamo tutti un po’ Don Chisciotte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: