Categoria fine

Capire di non poter scegliere

Si può guarire, si può stare meglio? Si, certo ! Si può sempre decidere di stare meglio Ma generalmente viviamo tutti in uno stato abbastanza precario rispetto quello cui potremmo aspirare. Ci vuole coraggio, a sorridere anche quando un vero sorriso non c’è, ad invertire il senso di marcia e correre al contrario. Ci vuole […]

A…di amore, apatia, anoressia…A

Intorno è tutto usuale e le persone si rapportano con me come sempre. Offrendomi cibo nei pomeriggi di studio, proponendo cene fra amici e commentando la mia magrezza con semplicità, alle volte come complimento ” ma come fai ad essere così magra?”, altre volte più perplessi, quasi preoccupati “certo che sei davvero magra!” Tutto ordinario […]

Ai cambiamenti della vita!

3 anni fa ci conoscevamo, forse una più persa dell’altra eravamo, per distanti motivi e differenti problemi suppongo, ma un simile disagio di vivere e quella sera eravamo entrambe lì , la festa della birra. Fu tutto così semplice e normale quando ti conobbi, che mai avrei immaginato quanto ha poi seguito. In verità mai […]

Al mio disastro più bello

La famosa festa del papà Ad essere onesta non la ricordavo e non perché non tenga al mio papà, ma perché come per ogni festività affine, credo in verità si estenda a tutti i giorni Questo singolo unico giorno in cui dobbiamo ricordarci quando vogliamo bene alla mamma, al papà, ai santi, ai morti, alle […]

I fiori gli ho ricevuti 2 giorni fa

Sono una femminista incallita lo ammetto Al punto tal volta di sforare nel disprezzo maschile. Fondamentalmente però sono una sostenitrice dell’equilibrio, di quell’equilibrio amoroso che trascende dal sesso. Ho vissuto di esempi di forza femminile, di audacia e di coraggio; ho visto le donne della mia vita sostenere le famiglie disastrate, riemergere a testa alta […]

Ancora qui

Realizzo quanto l’anoressia mi abbia portato via Quanto amavo danzare Quanto riuscivo ad esprimere me stessa, oltre il corpo grazie al ritmo della musica le cadenze melodiche, il respiro, i passi. Lo ho negato a me stessa e a tutti per anni, ma la realtà è che dopo la malattia non fu mai più la […]

“Districarsi” sarà sempre un tentativo vano.

Una scrittrice, che non conoscevo prima d’ora, riuscì a dare vita ad un pensiero che non sapevo concretizzare. Fu semplice nell’affermare che vi è una grande e sostanziale differenza fra il “separarsi” e il “districarsi” da una persona. Nel primo caso, un taglio è netto, quasi medico con limiti e confini ben definiti. Quello che […]